La Butter Bourguignon

Post Burro

8 Burri Aromatizzati a Cena

Immaginatevi di essere a New York, di entrare in una delle sofisticate Steakhouse di Manhattan e di ordinare una succulenta Prime Rib è probabile che vi chiedano se desiderate l’aggiunta di un dischetto di Herb Butter, un burro aromatizzato che poggiato sulla bistecca ancora sfrigolante, si scioglie gradualmente arricchendo ed insaporendo ulteriormente il morso. La classica versione con erbe aromatiche ed aglio è quella tradizionale ma ne esistono un’infinità di varianti più o meno gourmet, nelle quali al burro vengono addizionati gli ingredienti più svariati. Ecco, sebbene abbiamo cercato di fare nostra ogni componente di quella bistecca indimenticabile, dalla scelta della materia prima alle tecniche con le quali viene cotta, l’aggiunta del burro è un qualcosa che proprio non riusciamo a fare nostra. Oggi la maggior parte di voi sicuramente praticherà frequentemente tecniche come il Reverse Searing o altre alternative come il Prefreezing ma sono convinto che quasi nessuno aggiunga del burro sulla bistecca a fine cottura.

Post Burro Bistecca

Lo ammetto, a me personalmente è un esperienza che piace anche se posso facilmente comprendere come sia concettualmente un po’ lontana dai molti puristi della cottura della bistecca. Nonostante questo francamente non riesco a farmi una ragione di come il burro aromatizzato abbia fatto cosi poca presa sui palati italiani. Se infatti il suo utilizzo canonico è sulla bistecca, è altrettanto vero che esistono infinite altre applicazioni che lo rendono perfetto anche per la nostra cucina. Io lo uso moltissimo per:

  • Non solo le bistecche ma su tutte le carni con una cauterizzazione esterna pronunciata, in primis il carrè o le costine di agnello e alcuni tagli del maiale come ad esempio le braciole.
  • Crostacei di tutti i tipi e chiaramente per primi gamberi e gamberoni
  • Molluschi come Cozze o Cappesante
  • Alcuni tipi di verdure grigliate che particolarmente amano il rapporto con il burro come le pannocchie o le patate (P.S. hai già letto le mie ricette al riguardo su Subito Barbecue?)
  • Naturalmente tutti i panificati in griglia, primi i crostini e le bruschette.

La realizzazione è molto facile, basta aggiungere gli ingredienti al burro lasciato a temperatura ambiente fino a quando non è lavorabile “a pomata”, amalgamare e dare all’impasto la caratteristica forma a cilindro, avvolgendolo in carta forno o nella pellicola ed infine lasciare rassodare rimettendolo in frigo se dovete consumarlo a breve, in freezer se volete conservarlo. Esistono due modi per farlo:

Mix Burro
Credits: ketodietapp.com

L’aromatizzazione in Pasta. Si procede ad omogeneizzare il burro con gli altri ingredienti in un robot da cucina o in alternativa anche a mano, con il cucchiaio lo si distribuisce su un foglio di carta forno che viene arrotolata su se stessa formando il cilindro. E’ una soluzione pratica e velocissima e che poi si rivela particolarmente efficace in fase di aromatizzane, quando si scioglie sulla carne calda.

Rolling Butter
Credits: recipeqtips.com

L’aromatizzazione a strati. Il burro ridotto a pomata viene messo tra due fogli di carta forno e steso grazie ad un matterello. Dopo aver tolto il foglio superiore, si distribuiscono gli altri ingredienti sul burro e poi si arrotola il burro su se stesso agendo sul foglio sottostante fino a formare il cilindro. Esteticamente questa è una soluzione molto piacevole perché le fette di burro tagliate dal cilindro presentano all’interno una girandola fatta con gli ingredienti aromatizzanti.

Io amo molto anche mettere il burro dentro a delle coppette e averne sempre in freezer almeno 6-8 tipi da presentare in tavola contemporaneamente ai miei ospiti, in modo che possano provare ad accompagnare lo stesso taglio di carne con più aromatizzazioni, in una sorta di Butter bourguignon ma anche la classica a forma a cilindro si presta bene in modo che di volta in volta io possa scegliere la variante più adatta a ciò che ho cucinato, tagliando solo la quantità che mi serve.

Vi elenco di seguito le mie 8 varianti preferite, dove gli ingredienti sono indicativamente in parti uguali ma che possono essere riproprozionate a vostro piacimento. Allo stesso, io di solito non aggiungo mai sale e pepe, non potendo sapere a priori quanto è stata insaporita la carne di destinazione ma naturalmente siete liberi di correggere a vostro piacimento. Spero possano esservi di ispirazione:

1. Timo, Rosmarino e Scorze di limone

Consigliato con: Bistecca, Agnello, Bruschette, Patate

2. Lavanda Alimentare, Miele e Senape

Consigliato con: Agnello, Braciole, Pannocchie

3. Aglio, Prezzemolo e Senape

Consigliato con: Crostacei, Cozze, Cappesante, Pannocchie, Patate

4. Cren e Purea di Mela Verde

Consigliato con: Braciole e Filetto di Maiale, Crostini e Bruschette

5. Cipolla Caramellata nel Balsamico

Consigliato con: Bistecca, Patate

6. Pasta di Acciughe

Consigliato con: Bruschette e Crostini, Patate

7. Granella di Noci e Stilton

Consigliato con: Bistecca, Agnello, Patate

8. Jalapeno tritato e Polpa di Lime

Consigliato con: Crostacei, Cozze, Ostriche, Cappesante, Pannocchie

Non vi resta che fare spazio in freezer: se li provate, 8 cilindri non vi basteranno di certo.

Avete mai provato il burro aromatizzato? Avete un abbinamento preferito?

Scritto da
Altri articoli scritti da Boss

Fare Streetfood con i Mad for BBQ

Esperienze e Confidenze del Team di Rimini L'attività di catering è quasi...
Leggi tutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *