Subito Barbecue in Pubblicazione

Subito Barbecue

Un libro nuovo nel Barbecue Italiano

Se qualcuno mi avesse detto alcuni anni fa che avrei scritto un libro, in particolare sul Barbecue, molto probabilmente lo avrei considerato fuori di senno, sottovalutando uno dei pregi più grandi della vita: la sua capacità di sorprenderti costantemente. Non che l’idea non mi abbia mai sfiorato, ben inteso; le cose da dire su questo meraviglioso mondo, purtroppo ancora poco conosciuto, sono tantissime e la mia voglia di raccontarle probabilmente ancora di più. Il Barbecue è stato però nel corso della mia vita un compagno discreto e paziente, che ha saputo ritagliarsi il suo spazio in anni di meticoloso e silente lavoro ai fianchi, senza mai urlare la sua importanza. E anche in questo caso l’opportunità ha saputo raggiungermi semplicemente nel momento giusto, quello in cui avevo acquisito la piena consapevolezza di quale dovesse essere l’argomento da trattare e a chi dovessi rivolgermi qualora ne avessi avuto l’opportunità.

Marco Agostini
Marco Agostini

Chiunque mi conosca al di fuori delle righe di questo blog, sa che ho trascorso gli ultimi due anni a stretto contatto quotidiano con la clientela di uno dei più importanti Barbecue Store italiani, che rappresenta a mio avviso un buono spaccato di quella che è la realtà del mercato barbecue nel nostro paese. E’ stata un’esperienza che per molti versi si è rivelata illuminante.  Io, come molti altri “nerd” di questo settore, sono stato per anni imbarcato nella scoperta dei miei limiti, nell’esplorazione di frontiere sempre nuove, dimenticandomi che la maggior parte di chi era interessato a questo mondo stava ancora cercando di capire dove fossero i remi per iniziare il proprio viaggio. La realtà è che il mercato del barbecue (almeno quello potenziale) non è fatto dai 10 che discutono di quale sia la miglior chiocciola per l’affumicazione a freddo o se la temperatura del Reverse Searing debba essere 40 o 45°C ma dai 1.000 che non sanno come gestire le alette di aerazione del kettle.

Quando mi è arrivata la proposta di scrivere un libro, ho quindi improvvisamente realizzato che sapevo già esattamente quale dovesse esserne l’oggetto e sapevo anche come lo avrei raccontato. Mi sono ricordato immediatamente di un libro che avevo letto molti anni prima: Low&Slow di G. Wiviott. Copertina Subito BarbecueIl libro si rivolgeva apertamente ai totali neofiti del barbecue in purezza, promettendogli di metterli in grado di ottenere buoni risultati in 5 facili lezioni pratiche, attraverso una serie di istruzioni guidate ed un linguaggio semplice ed immediato, senza complicazioni o tecnicismi inutili. Probabilmente nessuno di loro sarebbe diventato il nuovo Mike Mills o in ogni caso non lo sarebbe diventato attraverso quel libro, ma andava bene cosi, non era quello il suo target. Ho realizzato in quello stesso momento che quello che mancava e che serviva è un anello di congiunzione tra il mondo degli hobbisti, di coloro che seguono il barbecue per passione, con quello di tutti coloro che invece vogliono imparare a gestire uno strumento di cottura semplicemente per ottenere il risultato finale: piatti meravigliosi di cui andare fieri e non realizzabili con nessuna altra forma di cottura. E questo con buona pace del fatto che probabilmente non gliene fregherà mai nulla di sapere della reazione chimica che sta alla base di quello che hanno appena cucinato.

Il libro che volevo era proprio cosi. Un testo che in un gergo colloquiale, facile, immediato, si riprometta di accompagnare per mano un totale neofita del grill lungo un percorso dalla scelta del dispositivo più adatto a lui, alla prima accensione, alle prime elementari cotture “scolastiche” fino alle cotture indirette con qualche leggero accenno all’affumicazione basica. Niente di esasperato, niente Low&Slow, nessuna cottura che superi le due ore, nemmeno nel ricettario finale dove si farà esplicito riferimento a piatti ed ingredienti il più possibile tradizionali, sebbene in forma creativa. Ogni paragrafo di ciascun capitolo sarà dedicato ad una delle domande classiche che mi sono sentito periodicamente rivolgere in questi due anni. Domande forse banali ma che rappresentano i dubbi della maggior parte dei potenziali entranti al nostro mondo. Sia il nome, Subito Barbecue che l’impostazione, sono coerenti con questo obiettivo. Si tratterà di un libro dall’impaginazione semplice, maneggevole, in formato “manuale”, con un numero di foto adeguato e non eccessivo. Deve essere un libro “per tutti” e questo tipo di soluzione ci permetterà di uscire al pubblico con un prezzo di copertina inferiore alle 16 €, decisamente meno degli standard di settore.

Ricettario Subito Barbecue

La proposta arriva da Cairo Editore in collaborazione con Comunica, la casa editrice del Golosario e anche in questo senso, sembra una soluzione fatta apposta per quelle che sono le finalità di questo libro: Cairo è un editore specializzato nelle pubblicazioni pratiche, di ampio respiro popolare mentre Comunica garantisce la perfetta ricongiunzione con l’ambito gastronomico nazionale di qualità. Il ricettario finale di Subito Barbecue sarà la perfetta incarnazione di questo connubio. Rappresenterà da un lato l’ideale conclusione di un percorso: dopo aver provato in griglia le semplici ricette guidate del terzo capitolo e aver consolidato le proprie sicurezze in griglia nel quarto, il lettore avrà modo di potersi cimentare in oltre sessanta ricette “vere”, per ognuna delle quali viene specificato quale delle tecniche apprese dovrà applicare. Dall’altro, il ricettario sarà certamente improntato sull’equilibrio e sull’immediatezza ma sarà soprattutto incentrato sulla valorizzazione delle eccellenze italiane riprese dal celebre Golosario di Paolo Massobrio. Coloro che si avvicinano per la prima volta alle cotture barbecue potrebbero inoltre trovare molto utile la formulazione di quattro menù tematici, composti per sovrapponibiltà tecnica delle ricette, realizzabili quindi da chiunque in poco tempo e ottimizzando lo spazio occupato in griglia. Per soddisfare altre due mie piccole passioni, non potevo far mancare in ciascuna ricetta gli abbinamenti con vini che segnano delle certezze nel panorama enologico nazionale e con le migliori birre artigianali nate negli ultimi anni nel Bel Paese.

Subito Barbecue vuole essere il mio umile contributo per cercare di rendere il barbecue sempre più alla portata di tutti e una mano tesa nei confronti di chiunque voglia entrare in questo nostro mondo meraviglioso ma non ha mai osato farlo.

Che ne dici, vorresti anche tu fosse Subito Barbecue?

Scritto da
Altri articoli scritti da Boss

Girare in Tour con i Flaming Pig

Parte il Wild Fire On Tour Thomas e Jenny sono due persone splendide,...
Leggi tutto

8 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *