Texas Barbecue Tour – Prima Parte

Post Texas

Il Salt Lick BBQ e lo Snow’s BBQ

Quante volte noi drogati di barbecue abbiamo sentito parlare del mito dei differenti flavor profile degli stati americani, della loro declinazione verso alcune preparazioni specifiche del barbecue tradizionale? Infinite. Eppure siamo sinceri, quando organizziamo un viaggio negli States, cosa facciamo? Cerchiamo di toccare con mano quanti più Stati possibili percorrendo in una settimana tutta la Route66. Ne deriva un’esperienza estremamente variegata, che dà un quadro di insieme ma che certamente non aiuta a capire fino in fondo queste specificità. Approfittando delle ferie del buon Faustino e data la sua propensione a passarle ogni anno in una zona diversa degli States, ci è venuto in mente di organizzare un tour gastronomico di una delle regioni alle quali le preparazioni storiche del barbecue sono associate. Tra le tante, è stato scelto il Texas, che significa manzo in purezza, l’SPG (Salt Pepper and Garlic) come unico rub concepibile, Beef Ribs, Texas Links e naturalmente il mitico Brisket. L’idea è quella di provare i Joint più famosi al fianco di quelli meno conosciuti e Fausto si troverà lungo il suo cammino e farsi un’idea la più approfondita possibile di quale sia l’offerta media del barbecue in Texas. A beneficio di chi ci legge Fausto stilerà una classifica di tutto ciò che vedrà e mangerà, esprimendo un voto da 1 a 5.

Si parte da Atlanta in direzione Austin, dove a Fausto sarebbe piaciuto moltissimo provare il famoso Brisket di Franklin’s ma purtroppo il locale ha subito recentemente un incendio ed è attualmente ancora chiuso. Ci si sposta quindi verso due capisaldi del barbecue texano. Il primo, il Salt Lick BBQ è tra i più conosciuti joint d’America, famoso per il mitico camino aperto posto al centro della sala, sulle cui griglie si accumulano i Brisket e sono appese le salsicce. A suo tempo avevamo scritto un post in cui avevamo provato a replicare su un WSM la sua particolarissima cottura moppata, con discreto successo. Il secondo è Snow’s BBQ probabilmente meno conosciuto al grande pubblico ma un altro di quei joint che hanno fatto storia. Se lo avete visto in qualche trasmissione televisiva, forse ve lo ricorderete per la presenza sul pit di Tootsie, una figura leggendaria, una nonnina caparbia ed energica come solo le vere donne del sud sanno essere. Fausto si muove quindi da Austin in direzione Ovest, direzione Driftwood ed il mitico Salt Lick.

Salt Lick

ATMOSFERA

Siamo arrivati al Salt Lick il venerdì sera percorrendo una piccola e buia statale. Il posto è decisamente imboscato ma è stracolmo di gente, con addirittura un ricevimento di matrimonio in corso. Quello che realizziamo subito è che il famoso e rusticissimo camino in realtà viene oggi utilizzato solo da bellissima vetrina: i brisket le salsicce e tutto il resto vengono cotti nel retro in modernissimi smoker a rotazione, sullo stile degli Ole Hickory, conservati a temperatura nei cambro e poi semplicemente ravvivati sulla griglia. La percezione netta che abbiamo è quella di un locale molto commerciale: è a dir poco enorme con mille sale e salette ed con una confusione tremenda e tolto il bellissimo camino l’atmosfera è abbastanza fredda.

Texas Salt Lick
Texas Salt Lick

IL MENÙ

Ci troviamo un po’ spiazzati dalla formula. Il joint in Texas ma anche negli Stati Uniti in generale  è una cosa ben precisa: il menù non esiste, si ordina e ritira tutto al bancone scegliendo da un menù appeso al muro, paghi a peso ciò che compri e te lo vai a mangiare al tavolo. Qui invece il servizio è al tavolo, dove un menù cartaceo come quello dei ristoranti ti viene portato da camerieri gentilissimi e cordiali ma davvero giovanissimi. Questi ultimi apparivano istruiti ad arte per assecondare il turista: non appena chiedo di poter fare qualche foto al retro, sembravano stessero solo aspettando la mia richiesta, mi accompagnano a fare un breve giro del retro del camino, e mi snocciolano a memoria una serie di informazioni sulle cotture. Bello ma suona un po’ artificiale: ancora una volta abbiamo l’impressione del bel locale per turisti. Nel menù è interessante menzionare la formula “Family Style” che corrisponde ad un nostro “All you Can Eat”: ti danno un piatto combo e poi puoi chiedere free refill al cameriere di quello che vuoi.

Texas Salt Lick

LA CONSUMAZIONE

Scegliamo un piatto Family Style a 24,90$ e delle Beef Ribs a 21,00$. Tutte le preparazioni erano molto umide, succose, davano effettivamente l’idea della cottura “moppata” che si vede nei video, tranne il brisket, decisamente più asciutto. Le beef ribs erano del tipo “short”, non molto cicciose ne particolarmente gustose.  In generale, devo dire che non si è trattato di niente di che: il brisket non era meglio di quello che potemmo mangiare noi in Italia, il resto era buono ma certamente non memorabile. Se dovessi tornare sicuramente non lo metterei tra i posti da non perdere assolutamente e in generale posso dirmi abbastanza deluso, forse anche a causa delle grandi aspettative che genera il mito del Salt Lick.

Texas Salt Lick
Texas Salt Lick

VOTI

ATMOSFERA: 3,5
BRISKET: 3
LINKS (NORMALI): 4
PORK RIBS: 4
BEEF RIBS: 3
MI É PIACIUTO: Lo spettacolo della carne a vista sul camino
NON MI Ê PIACIUTO: Atmosfera molto commerciale, posticcia

Qui potete trovare un paio di video per dare un’occhiata: il primo sul famoso camino durante l’utilizzo ed il secondo che riguarda i piatti

Snows bbq

ATMOSFERA

Snow’s è un joint che ci viene caldamente consigliato da diversi amici che vivono o hanno vissuto in Texas. Ci si arriva abbandonando la statale e percorrendo per 20 km una stradina piena di curve e saliscendi in direzione Lexington. Il paese sembra disperso nel nulla, c’è solo il joint, quattro case e molti campi ma si respira un’atmosfera autentica e tradizionale. Arriviamo da Snow’s intorno alle 11.00 del sabato mattina e già si intravede la coda fuori dal locale, poco più che un capannone diviso tra lo shop dei gadgets ed il ristorante. Fuori dell’ingresso c’è un polveroso rigattiere, un suonatore di banjo e delle massaie che vendono torte per beneficienza: qui è difficile non sentirsi immersi nel pieno sud degli Stati Uniti.

Texas Snow's
Texas Snow's

IL MENÙ

Lo Snow’s è il classico joint americano: menù di una manciata di piatti scritti a mano su una lavagna appesa al muro, si ordina al bancone, si paga a peso e con il vassoio in mano si cerca posto sui tavoli all’intero o all’esterno del locale. A disposizione su un buffet il pane, il the freddo, i jalapenos, i cetrioli e tutto il resto dei condimenti. Sembrava una trovata da documentario e invece se ti avvicini agli smokers ci trovi davvero davanti Tootsie che lavora. Me lo avevano preannunciato ma devo dire di esserne rimasto ugualmente colpito: Tootsie è davvero un mito, una donna arzilla e genuina, di quelle che quando ti stringono la mano ti fissano diretto negli occhi, quasi mettendoti a disagio. Si dimostra sinceramente colpita e orgogliosa alla notizia che venivo dall’Italia per assaggiare il suo barbecue e accetta di buon grado di rispondere alle mie domande. Da quello che vedo, da Snow’s le cotture si fanno su un grosso pit in muratura, in una diretta alta, una sorta di Hot&Fast. Anche se a poca distanza si vedono chiaramente due grossi OffSet che appaiono però spenti

Texas Snow's
Texas Snow's

Texas Snow's
Texas Snow's

LA CONSUMAZIONE

Scegliamo di assaggiare un po di tutto in un unico piatto, spendendo una quarantina di dollari circa. Che posso dire…. era tutto davvero eccellente, difficile immaginare di meglio. In particolare le salsicce erano semplicemente da urlo ma anche il pollo era davvero molto molto buono. Forse un gradino sotto il resto, il solo brisket: sicuramente buono ma non stratosferico come le altre preparazioni.

Texas Snow's

VOTI

ATMOSFERA: 5+
BRISKET: 4+
LINKS (NORMALI): 5
LINKS (JALAPENO): 5
PORK RIBS: 5
POLLO: 5
MI É PIACIUTO: Conoscere Tootsie, un vero mito!
NON MI Ê PIACIUTO: Non potete farmi un’altra domanda?

Anche qui un paio di video: una bella visuale dell’are dei pit e il momento dell’assaggio del cibo

La prova dei primi due joint è terminata ma Fausto è appena all’inizio del suo viaggio alla scoperta del barbecue del Texas e ancora tante degustazioni lo attendono.

In attesa della prossima puntata, voi siete mai stati da Salt Lick e da Snow’s? Condividete la recensione di Fausto?

Scritto da
Altri articoli scritti da Boss

Sale da Sogno

10 tipi di Sale che dovete provare Il mercato del sale gastronomico è...
Leggi tutto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *